icon-arrow-down icon icon-arrow-fill-down icon icon-arrow-next icon icon-arrow-prev icon icon-tag-close icon

Linguaggio e apprendimento

7 cose che le maestre di asilo vorrebbero che sapeste

What you need to know about preschool-straight from the source

CONDIVIDI
Il periodo che precede la scuola è un periodo molto importante, sia per voi che per il vostro bambino. Qui riportiamo le cose principali che le maestre d'asilo ritengono che possiate fare per aiutare.

Brevi e tenere è meglio Trattenersi troppo a lungo quando portate il vostro bambino all'asilo, sia in classe che spiandolo dalla finestra, potrebbe aumentare l'ansia nel vostro bambino. “Quando indugiate, state comunicando al vostro bambino che non credete possa affrontare da solo il periodo prescolare,” spiega Claire Lerner, LCSW, consulente parentale senior della Zero to Three, associazione no-profit incentrata sullo sviluppo della prima infanzia. Dategli un bell'abbraccio, affettuoso ma conciso e poi andate per la vostra strada.

Piangere è normale Non intendiamo voi, ma è comunque normale avere un po' di nodo in gola una volta che sarete risalti in macchina o sulla via di casa. Il vostro piccolo, comunque, potrebbe farsi piagnucolare un po' - il che è assolutamente normale, specialmente per bambini che non si separano frequentemente dai propri genitori. È difficile, ma sappiate che quasi sempre il rubinetto si chiude non appena si abituano, afferma la Lerner.

L'ora in cui lo portate all'asilo non è l'ora del colloquio Volete sapere se il vostro bambino ha amici o come se la sta cavando con la scrittura? Non chiedetelo quando lo portate a scuola al mattino - prendete piuttosto un appuntamento separato. Questo tipo di chiacchierate rappresentano un triplice problema: distraggono l'insegnante dal far accomodare i bambini in classe, con molta probabilità l'insegnante non è in grado di prestarvi tutta la sua attenzione per rispondervi e potrebbe far sentire i bambini a disagio, specialmente se sentono inavvertitamente delle frasi inappropriate.

Arrivate in orario Sapete bene quanto l'essere in ritardo possa influire negativamente sulla vostra giornata. La stessa cosa vale per il vostro bambino. "La routine è importante nello sviluppo di un bambino piccolo - ed inizia con l'ora di arrivo ogni mattina," sottolinea Sandy Chen, un'insegnante d'asilo di Canoga Park, California nonché vincitrice del riconoscimento Insegnante Prescolare dell'Anno della Los Angeles Universal. "Portando il vostro bambino a scuola in orario, gli concedete il tempo di realizzare quello che succederà a breve e rende la transizione del mattino molto più semplice da affrontare," spiega.

Scegliete abiti che lo facciano sentire a suo agio Fategli indossare indumenti comodi così che possa muoversi in totale libertà e partecipare in modo attivo alle attività senza preoccuparsi di sporcarsi. È inoltre importante per ragioni di sicurezza, sostiene la Chen. "Quando un bambino indossa scarpe chiuse con calze (invece che sandali o infradito), i suoi piedini sono protetti durante il gioco all'aperto, ad esempio quando va sul triciclo o corre in cortile," fa notare. E se il vostro bambino non fosse ancora un esperto del vasino, pantaloni facili da abbassare (cioè niente fibbie, bottoni o cerniere) sono indispensabili.

Lo zucchero non aiuta Il mangiare sano è vitale fin dall'inizio e le mastre d'asilo desiderano rafforzare le buone abitudini, quindi evitate i biscotti e le merendine ricche in zuccheri. E mentre gli preparate un cestino della merenda pieno di cose sane, provate anche a includere cibi che il vostro bambino possa gestire da solo, incoraggia la Lerner. Sbucciate le arance e affettate la mela prima.

Condividete i vostri momenti Le maestre non intendono fare le ficcanaso e impicciarvi degli affari vostri, ma quando si verifica un evento importante in famiglia, il comportamento del vostro bambino durante la giornata potrebbe risentirne. Un decesso, divorzio, un'adozione, la nascita di un fratellino o un trasloco possono influenzare significativamente i bambini; informare la scuola permette all'insegnante di assisterlo in questa fase di transizione. "È importante per le insegnanti capire il contesto delle vite dei bambini," sostiene la Lerner. "In questo modo possono andare subito alla radice del problema che crea cambiamenti comportamentali, rassicurare il bambino e dargli e supporto - e anche dare manforte alle famiglie per aiutarle durante i momenti più difficili."