Articoli e Argomenti
Quanto Dovrebbe Dormire un Bambino di 4 Mesi?
D: Ho problemi a far addormentare il mio bambino di 4 mesi. Inizia la notte dormendo nel suo lettino intorno alle 21, 21.30. Di solito si sveglia per mangiare tra mezzanotte e l'una, orario in cui gli do la poppata. Generalmente mi addormento con lui, ma quando mi sveglio per metterlo nel suo lettino si sveglia. Questo ciclo continua ogni tre ore circa. Come faccio ad insegnargli a dormire nel suo lettino dopo la poppata?
Tamela St. Petersburg
R: Paola, questa è una preoccupazione molto comune tra i genitori - come aiutare il tuo bambino, e te, a dormire per tutta la notte.

Nei primi mesi di vita, i bambini hanno bisogno essere nutriti ogni tre ore circa, anche di notte. Ma dai 4 ai 6 mesi lo stomaco della maggior parte dei bambini è in grado di supportarli per tutta la notte. Ciò vuol dire che se il tuo bambino mangia abbastanza durante il giorno, non si sveglierà di notte per la fame. Anche se potrebbe sembrare affamato quando si sveglia per mangiare, la poppata notturna è più che altro una coccola per lui.

Allora perché un bambino di 4 mesi si sveglia ogni tre ore? I cicli di sonno naturali dei bambini li portano a livelli di sonno molto leggero ogni tre ore durante la notte. Anche se l'espressione "dormire come un bambino" implica generalmente un sonno molto profondo, i bambini in genere si svegliano molte volte durante la notte per poi ritornare a dormire.

Ecco alcuni consigli per insegnare al tuo bambino a dormire durante la notte:
  • Cerca di dimostrargli che il giorno è fatto per stare svegli e la notte per dormire. Durante il giorno coccolalo, fallo giocare e portalo a spasso all'aria aperta. Nel caso si appisolasse per più di tre ore, sveglialo dolcemente per giocare ancora un po' e per mangiare. Questo lo aiuterà a non sprecare del sonno utile per la notte.
  • Assicurati che abbia mangiato abbastanza durante il giorno e prima della nanna. Cerca di capire quando è arrivata l'ora della pappa: se cerca il cibo, ha un buon controllo della testa, non tira fuori la lingua ed è in grado di deglutire bene. Assicurati che abbia sostenuto un buon pasto alla sera e calcola di allattarlo prima della nanna.
  • Quando lo metti a dormire alla sera, osserva il più possibile un rituale come il bagnetto, un libro, una canzone e un bacio prima di spegnere la luce. Il rito della nanna dovrebbe essere diverso da quello del pisolino e forse piano piano imparerà che buonanotte implica per tutta la notte.
  • Quando si sveglia ogni tre ore, insegnagli a rimettersi a dormire. Dagli qualche minuto, per vedere se vuole solo giocare e se è in grado di tornare a dormire da solo. Se continuasse a piangere, controllalo. Sarebbe utile che fosse il papà invece della mamma a farlo, perché quando vede te vuole la poppata. Ma non accendere la luce, non prenderlo in braccio e non nutrirlo. Cerca di confortarlo con voce bassa o coccolalo dolcemente per un po', poi allontanati. Potresti continuare con questa piano di attesa finché non si riaddormenterà. Le prime volte non è facile resistere ai suoi pianti, ma se hai controllato che sta bene, cerca di stare al piano. La tua forza di volontà aiuterà entrambi. Cerca, ogni notte, di estendere il tempo di attesa finché non sarà in grado di riaddormentarsi da solo. Per alcuni bambini sono sufficienti solo tre giorni di attesa e di controllo fatti bene. Per altri invece, ci vuole un po' di più.
Karen Sokal-Gutierrez M.D., M.P.H.