Articoli e Argomenti
Perché il Mio Bambino di 8 Mesi Non Gattona?
D: Marco, mio figlio di otto mesi, si trascina con i gomiti e le ginocchia tenendo il pancino sul pavimento. Non appena si mette in posizione per gattonare, cade sul pancino. Si siede solo se sono io a metterlo seduto. Quando si allunga per prendere qualcosa cade. Inoltre, quando canto e gioco con lui ride e mi sorride, ma non copia nulla delle cose che gli mostro. Mi devo preoccupare?
Kristen Elyria
R: Ciao Cristina, da quello che riporti nella lettera non sembra tu abbia motivo di preoccuparti. Infatti, sembra quasi che tu stia descrivendo mio figlio a quell'età. Non riusciva a mettersi seduto da solo, ma si divertiva tantissimo quando lo aiutavo a mettersi a terra seduto, in questo modo aveva le mani libere per giocare con i suoi giocattoli senza dover usare i gomiti come supporto, cosa che sarebbe stata necessaria se fosse stato disteso sul pancino. Se si sbilanciava troppo in avanti cadeva e si lamentava fino a quando non lo rimettevo seduto. Ha continuato a strisciare sulla pancia fino a che non ha raggiunto i 10 mesi.

È interessante sapere che oggi i bambini che gattonano sono molti meno che in passato. Una possibile spiegazione è che molti bambini sono abituati dai genitori a dormire a pancia in su per ridurre il rischio di SIDS (Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante) e quindi sono meno abituati a esercitare i muscoli necessari a gattonare. Alcuni bambini che non gattonano, si trascinano sul sederino, spesso riuscendo a coprire discrete distanze con questo buffo espediente. Ma vedrai che Marco, nel giro di un mese o poco più userà di più mani e ginocchia, sollevando il pancino dal pavimento.

Per quanto riguarda il cantare e giocare, forse gli proponi giochi troppo difficili per la sua età. Prova a coprigli il viso con un tovagliolo e chiedigli, "Dov'è Marco"? Quando glielo togli, digli con tono felice "Ecco Marco! Cucù". Cerca di notare se ride o se è emozionato. Poi, copri il tuo viso e chiedi "Dov'è la mamma?" Dopo che avrai tolto il tovagliolo, digli "Ecco la mamma. Cucù". Più avanti, prima di iniziare il gioco, chiedigli "Vuoi giocare a cucù?" La maggior parte delle volte ti farà capire di sì.

L'altro mio gioco preferito per i bambini dell'età di Marco è "Grande così". Chiedi, "Quanto è grande Marco?" Poi prendigli le braccia con le mani e sollevagliele sopra la testa dicendo "Marco è grande coooosì". Presto, quando gli farai la domanda, alzerà le mani senza il tuo aiuto.

Vedrai che si divertirà un sacco. Gli ultimi mesi del primo anno di vita sono stupendi. Non perderti nemmeno un istante gioiadi questa meravigliosa fase della sua crescita.
Dott.sa Bettye M. Caldwell Ph.D.